se non vuoi perderti nemmeno un post...

martedì 23 dicembre 2014

I MIEI CUPCAKES SPEZIATI

questi cupcakes sono davvero una delizia, lo dicono anche i mie amici che li hanno fatti sparire in un batter d'occhio...

li userò come segna posto a natale, sono profumati e colorati, ricordano un mini panettone e sanno proprio di festa

ecco quello che occorre per 12 pirottini di circa 6 cm di diametro: 
per la decorazione:
  • 200 g di zucchero a velo
  • succo di un limone 

mettete l'uvetta a bagno in acqua tiepida

tagliate il burro a pezzetti e fatelo ammorbidire a temperatura ambiente

con l'aiuto di un coltello incidete la bacca di vaniglia e
raccogliete i semi all'interno

in una ciotola capiente mettete la farina, il lievito, il sale,
la cannella, la noce moscata, l'uvetta strizzata e asciugata, la vaniglia,
i canditi e mescolate

in una ciotola amalgamante il burro morbido con lo zucchero,
aggiungete le uova e sbattete il tutto

unite tutti gli ingredienti, aggiungete il latte
e amalgamate bene il composto

con l'aiuto di un cucchiaio versate il composto nei pirottini
e riempiteli per i 2/3
(se usate quelli di carta eviterete di doverli imburrate e infarinare)

infornateli in forno caldo 180° per circa 20 minuti,
fino a quando saranno ben dorati in superficie 
(fate comunque la prova con lo stecchino)

intanto in una ciotola mescolate lo zucchero a velo
con il succo di limone

quando saranno raffreddati decorateli con la glassa ottenuta
e qualche candito

lasciate indurire la glassa e... buon appetito

cupcake regale

domenica 21 dicembre 2014

I LOVE ITALIAN FOOD: 2015 a 100per100 italian year

il 100per100 di "i love italian food" è un importante progetto che si propone
di difendere e diffondere il vero made in italy nel mondo

è un luogo dove trovare i veri brand, le vere ricette, i veri prodotti
100per100 italiani

a novembre è partito un contest internazionale che ha coinvolto tutta la comunità
di i love italian food nel mondo per eleggere i prodotti simbolo del nostro paese

ecco il risultato del 100per100 italian contest:

il parmigiano reggiano è il re del made in italy




e a seguire, ma non meno importanti, ecco
pastaprosciutto crudo, pizza, olio extra vergine di oliva, tiramisù,
gelatoespressomozzarella, aceto balsamico, raviolirisotto

che saranno celebrati protagonisti del progetto "2015: a 100per100 italian year"


diventiamo tutti amici di i love italian food
e seguiamo i loro progetti per la tutela e la valorizzazione
del vero made in italy nel mondo

insieme a decanter radio2 per parlare delle eccellenze enogastronomiche italiane


se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguirmi sulle pagine:



venerdì 19 dicembre 2014

ARTE IN LIGURIA: WARHOL VS SCHIFANO

ad andora il bellissimo palazzo tagliaferro ospita
la mostra "warhol e schifano allo specchio" fino al 31 marzo 2015

mappa

il professore philippe daverio ha sempre le idee chiare:
"l'arte è una faccenda complessa"

ho scoperto che la pop art e la biennale del 1964
sono un momento politico della storia
e non solo della storia dell'arte


domenica 14 dicembre 2014

LA MIA LIBRERIA A PARIGI: LA HUNE

la hune è la mia libreria preferita di parigi

è impossibile non perdersi tra i bianchi scaffali
fornitissimi di libri di ogni genere,
un vero paradiso per chi ama i libri, quelli di carta

la libreria è aperta tutti i giorni e, qualche sera, anche fino a tardi

ed è per questo che è una mia tappa fissa, da gaudente

prima o dopo un aperitivo al cafè de flore
e un giro nel meraviglioso quartiere saint-germain-des-prés

lunedì 8 dicembre 2014

LA MIA VELLUTATA DI ZUCCA CON CREMA DI GORGONZOLA E CROCCANTE DI MANDORLE

L'autunno è per me sinonimo di zuppe e minestre, danno calore e colore sulla tavola.
Questa vellutata di zucca è molto semplice, l'ho arricchita con una parte grassa e una croccante 
che rendono il piatto davvero gustoso.

Ingredienti per circa 6 persone:

per la crema:
  • 1 kg di zucca mantovana
  • 1 cipolla grande
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe
  • rosmarino
  • brodo vegetale o acqua calda q.b.
per la fonduta:
per il croccante:
  • 50 g mandorle pelate
  • 20 g pomodori secchi
  • 50 g circa di pan grattato
  • sale
  • pepe
  • aghi di rosmarino
  • 1 uovo
  • 30 g burro

Iniziate preparando il croccante: fate sciogliere il burro e fatelo raffreddare.
In un frullatore tritate finemente le mandorle, i pomodori secchi e gli aghi di rosmarino.
In un contenitore unite il trito, il burro sciolto, l'uovo, il pangrattato, sale, pepe e mescolate bene.

Mettete il composto tra due fogli di carta forno e appiattitelo con un matterello, lasciate il croccante tra i due fogli di carta forno e mettetelo in frigo a raffreddare. Passata una mezz'oretta mettetelo in forno caldo a 180° per circa 10 minuti e poi circa 2 minuti a 200° con funzione grill.

Nel frattempo pulite la zucca e tagliatela a pezzi, pulite e tagliate a pezzetti la cipolla.
In una pentola capiente rosolate la cipolla con un filo di olio extra vergine di oliva, aggiungete la zucca e un rametto di rosmarino legato con spago da cucina, aggiungete qualche mestolo di brodo vegetale o di acqua calda.
Fate cuocere coperto per circa 20 minuti finché la zucca sarà completamente sfaldata, (durante la cottura se la zucca si asciuga troppo aggiungete altro liquido), salate ed eliminate il rosmarino.
Frullate con un frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema omogenea.

In un pentolino fate sciogliere il gorgonzola fatto a pezzi con un poco di latte, mescolate fino a creare una crema abbastanza fluida.

Componete il piatto:
versate la vellutata di zucca nel piatto, fate cadere nel centro un cucchiaio di crema di gorgonzola,
appoggiate qualche pezzetto di croccante, una macinata di pepe e ...
Buon appetito!

acquolina

il croccante spezzettato


se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine:





mercoledì 3 dicembre 2014

PERFETTO, DAL MATTINO ALLA SERA

ecco gli ultimi arrivi
direttamente nel mio armadio

abito e cardigan over di bellerose
un outfit davvero versatile,
perfetto per quando devo stare in giro tutto il giorno

acquistati da goodfellas shop a finale ligure
un bel negozio nel carruggio che sbuca sul mare

mappa

qui la selezione dei capi è fatta con personalità e un tocco di estro
che incontra sempre il mio gusto

il mio outfit

sabato 29 novembre 2014

29-30 NOVEMBRE 2014 MERCATO DEI VIGNAIOLI INDIPENDENTI

ecco il mercato dei vignaioli indipendenti
a piacenza il 29 e 30 novembre

mappa

i vignaioli si riuniscono dopo la vendemmia,
per condividere, proporre e raccontare i loro vini,
sono più di 250 provenienti da tutte le regioni d'italia
e più di mille etichette da degustare

in ogni bottiglia di vino,
un angolo di terra italiana

l'occasione è davvero importante,
degustare e acquistare
e soprattutto conoscere i vignaioli,
conoscere la loro fatica e la loro arte

avete tempo ancora domani...
una domenica nel vino indipendente

domenica 16 novembre 2014

LE MIE POLPETTINE DI PESCE

La palamita è un fantastico pesce azzurro con un ottimo rapporto qualità-valore, io lo utilizzo spesso con grande soddisfazione.


Oggi ho preparato queste sfiziose polpettine (potete usare anche il salmone, il merluzzo, oppure provate con il pesce che preferite).

Ecco cosa occorre per cucinare circa 35 polpette:
  • 400 g di filetti di palamita
  • 150 g mollica di pane
  • 2 patate bollite di media grandezza
  • 1 uovo
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • un pezzetto di zenzero fresco grattugiato (o scorza di limone se preferite)
  • sale
  • pepe
  • olio extra vergine d'oliva
  • foglie di alloro
  • 2-3 spicchi d'aglio
  • farina per infarinarle
e del buon sugo di pomodoro, se decidete di gustarle affogate...

Fate a pezzetti la mollica di pane e sbriciolatela con l'aiuto del mixer, riducete la palamita a pezzettini, versatela nel mixer e tritatela grossolanamente.
Pelate e schiacciate le patate con una forchetta e tritate finemente le foglie di prezzemolo.

In una ciotola mescolate il pesce, la mollica, le patate, l'uovo.
Unite il prezzemolo, il sale, il pepe, lo zenzero grattugiato.
Se l'impasto è troppo asciutto aggiungete un poco di latte, se è troppo umido un altro poco di mollica sbriciolata.

Formate delle piccole palline e passatele nella farina.

Ricoprite una teglia con la carta forno e adagiate le polpette, versate sopra un filo l'olio extra vergine d'oliva, aggiungete delle foglie d'alloro e gli spicchi d'aglio schiacciato per profumarle durante la cottura.


sabato 8 novembre 2014

SICILIA: ERICE, IL PAESE ARROCCATO

Erice è un borgo medioevale intatto che svetta sulla punta della Sicilia occidentale.
La vista da lì, di una straordinaria ampiezza, è mozzafiato.

Se la giornata è limpida vi sembrerà di esser sospesi di fronte ad un paesaggio tanto vario quanto immenso.
Si vede la città di Trapani, le sue saline che riflettono nel cielo, le zone agrarie dell'entroterra,
la tonnara di Bonagia fino al promontorio di San Vito lo Capo, e di fronte, come dei massi sparsi in mare, le isole Egadi.
Questo paesaggio unico fa da cornice alla bellezza della cittadina, un vero gioiello ...
E' raggiungibile anche da Trapani attraverso una funivia che amplifica la sensazione di salire verso il cielo.

martedì 4 novembre 2014

IMPERDIBILE TOUR: STREAT PALERMO

palermo è la quinta città al mondo certificata per il suo street food

i quartieri del centro storico e i suoi mercati
sono un'esplosione di colori e profumi,
dei quali il cibo è il denominatore comune

se avete in programma di visitare questa città per la prima volta
o semplicemente volete vivere un' esperienza street food con i fiocchi

affidatevi all'esperienza di streat palermo
con marco avrete l'occasione di mangiare come un vero palermitano
e contemporaneamente scoprire vie e viuzze, chiese e chiesette,
storie, curiosità e angoli nascosti di questa città dai mille strati

a palermo il cibo buono è bello,
per me il buon cibo è una festa
e nel tour ho festeggiato davvero...

ho assaggiato tutto e ora ho il mio passaporto del mangione


sabato 1 novembre 2014

ARTE A PALERMO: GLI STUCCHI DI GIACOMO SERPOTTA

l'oratorio di san lorenzo si trova nel cuore della kalsa
mappa
ed è un luogo magico, come tanti a palermo,

l'oratorio è lo scrigno di giacomo serpotta,
un luogo popolato da centinaia di figure candide
che oggi rivivono grazie all'amore di chi conserva questi luoghi

io ci sono andata grazie al consiglio di una amica,
mai consiglio fu più gradito

martedì 28 ottobre 2014

AUTUNNO: E' TEMPO DI TORTA DI MELE DI COMPLEANNO

raccogliere le mele dall'albero della mia casa di campagna
ogni anno scandisce l'arrivo dell'autunno

sono mele rosse piccoline e croccanti
mancano di bellezza ma non di gusto,
profumano di natura e appunto di autunno

e di compleanno, il mio compleanno,
anche qui in queste pagine,
come nel 2011, nel 2012 e nel 2013

questa ricetta fa parte dei ricordi della mia infanzia
è sempre stata fatta con le mele del mio giardino
ma anche con le vostre sarà perfetta, non dubitate,
come è certo che in un attimo sarà pronta...

mi piace fare esperimenti con i vari tipi di farina,
mischiare e ottenere gusti nuovi,
oggi ho usato la farina di kamut

ecco cosa occorre per una tortiera di 24cm di diametro:
  • 120 g farina di kamut
  • 100 g zucchero di canna
  • 300 ml latte
  • 90 g burro
  • 2 uova
  • 3 o 4 mele di media dimensione
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 bacca di vaniglia
  • 1 limone non trattato
  • cannella in polvere
  • un pizzico di sale
  • zucchero a velo per la tortiera 

accendete il forno a 160°
lavate il limone, grattugiate la scorza, poi spremetelo
lavate le mele, sbucciatele e togliete il torsolo 
tagliatele a fettine circolari, creando dei dischi simili a ruote
irrorateli con il succo del limone

imburrate bene la tortiera e cospargetela con lo zucchero a velo
per ottenere la croccantezza del bordo esterno della torta

in una ciotola frullate le uova con lo zucchero, unite il burro morbido a pezzetti,
poi il latte, la farina, il lievito, il pizzico di sale, la scorza del limone,
incidete nel senso della lunghezza la bacca di vaniglia e aggiungete i semi al composto

distribuite sul fondo della tortiera tutte le ruote di mela a strati

versate il composto, che risulterà piuttosto fluido, sulle mele
polverizzate la superficie con la cannella e un cucchiaio di zucchero

infornate a 160° per circa un'ora

e buon compleanno a tutti...




se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguirmi sulle pagine:



venerdì 17 ottobre 2014

MANGIARE IN LIGURIA: NETTUNO A BORGIO VEREZZI

il ristorante nettuno è un locale che ha fatto centro

la terrazza si trova direttamente sulla spiaggia,
davanti solo il mare a perdita d'occhio,

mappa

l'ambiente è molto curato e al contempo informale,
la cucina è davvero ottima

il clima imprevedibile in questo periodo
ci sta regalando un autunno molto estivo
così, qualche sera fa, ho cenato praticamente all'aperto, sotto la luna

se siete in zona è davvero un luogo da non perdere, tutto l'anno

... forse riaprirà ...
vi tengo informati...





se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguirmi sulle pagine:


sabato 11 ottobre 2014

FAMOSO A NEW YORK : IL BALTHAZAR

ecco un luogo imperdibile per la mia amica lucia di asti

presto andrà a new york e già la vedo a suo agio
seduta ad un tavolino del balthazar

dovrà solo scegliere se sarà per
il breakfast, il lunch o dinner

il locale è un french bistro situato a soho
mappa
fantastico sia per l'atmosfera che si respira
che per la cucina di qualità,
la prenotazione è necessaria

l' unico dubbio che le verrà
sarà quello di esser stata catapultata
nella ville lumiere









se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine:



domenica 5 ottobre 2014

FRESCO DI VERDURE E PERE

questa insalatina è davvero un piatto semplice e sfizioso
è perfetto per risolvere un pasto veloce
o come portata fresca in un menù più strutturato

per 4 persone occorre:
  • 2 pere succose e mature
  • 4 zucchini piccoli e freschissimi (sono perfette anche le zucche trombette)
  • 2 finocchi
  • 40 gr pinoli
  • parmigiano reggiano
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe

lavate le zucchine e i finocchi, tagliateli a fettine molto sottili
lavate e sbucciate le pere, tagliatele a fettine sottili

fate tostare i pinoli in un pentolino antiaderente

condite le verdure con olio, sale e abbondante pepe

aggiungete i pinoli e scaglie di parmigiano reggiano


tanto facile quanto deliziosa 




se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine:




giovedì 2 ottobre 2014

LA MIA GONNA SAFARI URBANO

da & other stories ho trovato questa fantastica gonnella

stampa a zebra, fantasia molto safari urbano
e' perfetta per questo autunno ancora molto estivo

è davvero originale e mi piace ogni giorno di più 

ieri sera l'ho indossata così

sabato 27 settembre 2014

LE MIE CREPES CON I FICHI NERI

Ecco una ricetta veloce per gustare al meglio i fichi neri. Queste crepes sono perfette per iniziare dolcemente la giornata, come sfiziosa merenda o squisito fine pasto.

per le crepes:
  • 125 g di farina di farro integrale del mulino marino
  • 1 uovo
  • 300 ml di latte
  • 1 pizzico di sale
per la farcia:
in una ciotola sbattete l'uovo e un pizzico di sale con la forchetta, unite la farina, il latte
e amalgamate il tutto per ottenere una pastella fluida

ungete con un po' di olio una piccola padella antiaderente, mettetela sul fuoco,
quando è calda, aiutandovi con un mestolino, versate la quantità di pastella
necessaria a coprire il fondo
(muovete la padella in modo da distribuirla su tutta la superficie)

dopo un minuto circa girate la crepe e cuocetela brevemente dall'altro lato
continuate così fino ad esaurimento della pastella
impilatele in un piatto
(la quantità di crepes ottenute dipenderà dalla dimensione della padella)

nel frattempo lavate, asciugate e tagliate i fichi in 4 spicchietti
mettete il burro in un tegamino antiaderente
quando sarà sciolto aggiungete i fichi e 4 cucchiai di miele
fate cuocere qualche minuto, mescolando delicatamente

lasciate intiepidire il preparato e farcite le crepes
cospargetele con lo zucchero a velo

potete utilizzare la farina che preferite,
qualsiasi frutta di stagione e aggiungere frutta secca


io le adoro così, semplici semplici



se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine:




mercoledì 24 settembre 2014

MANGIARE A MILANO: CERESIO7

il ristorante ceresio7 si trova sul tetto di un palazzo storico milanese

il locale, un bel mix vintage con impronta newyorkese, è davvero ben riuscito

che sia per un aperitivo o per una cena gourmet, ottima

da quassù si possono vedere da un'altra prospettiva i grattacieli di porta nuova

vale davvero la pena la vista sulla nuova milano


                                                   




se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine:



giovedì 18 settembre 2014

LA PANZANELLA CON BOTTARGA DELLA DANI

Ecco una ricetta estiva semplice e squisita: la panzanella.
E' un piatto tipico della cucina povera toscana, la mia ricetta è una rivisitazione col sapore del mare.
Ecco cosa occorre per 4 persone:

Tagliate il pane a cubetti piccoli, mettetelo in una terrina. Bagnatelo con un pochino di acqua tiepida e un po' di aceto bianco. (se occorre spezzettatelo e ammorbiditelo con le mani)

Tagliate la cipolla a fettine sottili, mettetela in una ciotola coperta di acqua con qualche cucchiaio 
di aceto bianco e lasciatela riposare per almeno mezz'ora.
(in questo modo si elimina il gusto forte della cipolla e rimarrà solo la dolcezza)

Lavate e tagliate i pomodori a cubetti piccoli, pulite il cuore di sedano, lavatelo e tagliatelo a fettine sottili.

Unite gli ingredienti in una ciotola capiente e conditeli con olio extra vergine di oliva, aceto bianco, sale, pepe e pezzetti di foglie di basilico. 
Lasciate riposare almeno due ore per far amalgamare i sapori.

Con l'aiuto di un coppapasta preparate le porzioni nei piatti, cospargeteli con un filo d'olio e con la bottarga in parte tagliata a fettine sottili e in parte grattugiata.

Buon appetito!




se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine:



giovedì 11 settembre 2014

SHOPPING: UN TOCCO DI VERDE

ho fatto un salto da zara

le giornate sono ancora calde e il mio desiderio che l'estate non finisca
lo si intuisce dagli acquisti...

i pantaloncini li ho indossati oggi: belli, comodi e allegri
con una tee bianca e questa collana verde (zara),

il risultato è stato perfetto

ecco il mio outfit

domenica 7 settembre 2014

DORMIRE A TRIESTE: PALACE SUITE

Trieste è una città che ho nel cuore.
La città della meravigliosa piazza aperta sul mare e dei caffè stile vecchia europa.

Settembre è il mese perfetto per visitarla: la luce e i colori del cielo di fine estate esaltano la sua bellezza e il suo fascino, misti ad un sentimento di malinconia che ti muove l'animo.

Nella zona pedonale in pieno centro, in un meraviglioso palazzo liberty, si trova il palace suite,
il luogo ideale da cui partire alla scoperta di questa magica città.






se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine:


domenica 31 agosto 2014

PARADISO NEL GOLFO DEI POETI: LOCANDA IL SENATORE

Ecco un luogo del quale sono gelosa: la "Locanda il Senatore".

Ho scoperto questo gioiello grazie al mio amico Nicola, è subito diventato il mio luogo segreto...
... fino ad oggi   -   mappa

Siamo in Liguria e a due passi dalla Toscana, a Fiascherino, una piccola frazione di Lerici.
Ecco dove si trova questo albergo senza fronzoli e con tanti contenuti perché ci pensa la natura circostante a renderlo unico.

La struttura si affaccia interamente su un piccolo golfo, arricchita da una piccola spiaggia di sabbia fine e terrazze sugli scogli.

Il ristorante, con vista  mozzafiato sulla baia, propone un'ottima cucina di pesce e un fortunato tocco d'influenza dalla vicina Toscana completa il gusto.

Addormentarsi facendosi cullare dallo sciabordio delle onde non ha prezzo.








se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine:



giovedì 21 agosto 2014

SU E GIU' PER LISBONA

ecco una città piena di fascino

il fascino raccontato da wim wenders in lisbon story,
cantato dai madredeus,
raccontato dall'inquieto pessoa

su e giù come veri turisti al bairro de alfama - mappa
un po' di shopping e l'aperitivo al bar a brasileira,
poi su e giù a rincorrere la movida al bairro alto - mappa

lisbona è una poesia...

per scalare i ripidi pendii dei vicoli dell'alfama
prendete il celebre tram 28...
salite e discese degne di un ottovolante








se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguirmi sulle pagine:


domenica 17 agosto 2014

LE MIE FRITTATINE IN FORNO CON LE TROMBETTE DI ALBENGA

Le "trombette d'albenga" sono una varietà di zucche della zona di Albenga e più in generale della Liguria. E' conosciuta e coltivata prevalentemente in questa zona, nel mio amato Piemonte fino ad una parte della Costa Azzurra.
Il sapore delle trombette è simile a quello degli zucchini, ma più delicato e dolce.
Con l'arrivo della bella stagione questo gustoso piatto non manca mai sulla mia tavola.

Ecco la ricetta per circa 6-8 persone:
  • 800 g di trombette (4-5 circa) con i loro fiori
  • 4 uova
  • 1 cipolla rossa
  • 160 g di caprino
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • foglie di menta fresca
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe
lavate le trombette, tagliate le estremità, fatele a rondelle di circa 1/2 cm, e, se avete la fortuna di acquistarle con il loro fiore, lavatelo, togliete il pistillo, le piccole escrescenze esterne e tagliatelo a strisce

pulite e tagliate a pezzetti la cipolla

versate due cucchiai d'olio extra vergine di oliva in una padella, fate scaldare e aggiungete la cipolla

quando è leggermente rosolata, aggiungete le trombette e i loro fiori, salate, pepate e fate cuocere per poco più di 5 minuti (se occorre aggiungete un pochino di acqua calda), poi lasciatele raffreddare qualche minuto

in una ciotola sbattete le uova con un pizzico di sale, aggiungete il caprino, qualche fogliolina di menta a pezzetti, il parmigiano e le trombette

rivestite una teglia rettangolare (dimensione 35x25 cm circa) con carta da forno, versate il composto e infornate in forno caldo a 180° per circa mezz'ora

la frittata in forno è un ottimo antipasto, a me piace servirla a forma di piccoli cerchi, per realizzarli potete utilizzare un coppapasta o un bicchiere, della dimensione che preferite e...

Buon appetito!


sabato 9 agosto 2014

MANGIARE IN SARDEGNA: LIDO TAMATETE A CALA SINZIAS

cala sinzias si trova nel sud-est della sardegna,
è una lunga spiaggia di sabbia bianca e mare blu

mappa

il lato sud è il posto ideale per nuotare
tra rocce e pesci

chiosco tamatete, ma forse anche qualcosa in più,
alla sera si veste e diventa un magnifico luogo
dove cenare in riva al mare

la cucina è davvero di alta qualità e si sposa
a meraviglia con l'informalità del luogo

qui c'è proprio tutto quello che mi piace:
mare, spiaggia, cibo, il tutto a chilometri zero









se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine:



domenica 3 agosto 2014

ROSE DI PIETRA: L'ARTE DELLA NATURA

ecco il luogo della natura
la bottega di agriturismo rose di pietra   -   mappa

dove i prodotti sono km 0,
coltivati con lotta biologica integrata,
colori, profumi e sapori di stagione

rose di pietra è anche sport, natura e arte
nel creativo agriturismo in collina

fondazione campagna amica


se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguirmi sulle pagine:

giovedì 31 luglio 2014

ALMA: ALTA CUCINA ALLA REGGIA DI COLORNO

eccomi qui a scrivere un post  i love italian food:

quando si dice alma si parla del più autorevole centro di formazione della cucina italiana a livello internazionale

ha sede a colorno, piccolo paese a pochi chilometri da parma, nel cuore della food valley, in una meravigliosa dimora ducale, la reggia di colorno cornice perfetta per questa scuola di cucina unica nel suo genere

ed eccomi ad una esclusiva cena asiatica preparata da tre chef stranieri provenienti da tre scuole partner di malaysia, cina e india che hanno frequentato e concluso il corso italian culinary program

la scuola vanta di attrezzature didattiche all'avanguardia per i vari corsi di cucina, pasticceria e sommelier e naturalmente prestigiosi docenti

ho immaginato gli allievi svegliarsi all'alba, indossare la divisa e seguire i corsi con umiltà e dedizione per trasformare in realtà la loro passione e diventare dei professionisti di alto livello

mi sono sentita una inviata molto i love italian food nel mondo

zuppa di coda di bue

andrea sinigaglia con gli chef

dettaglio in un'aula...



se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguirmi sulle pagine:




mercoledì 23 luglio 2014

DORMIRE A DUE PASSI DA COSTA REI: CASA CAMBONI

casa camboni è davvero un piccolo gioiello

si trova nell'abitato di san vito,
antica zona mineraria del sud-est sardo

mappa

è una guest house ricavata in una casa padronale di inizio ottocento,
accogliente, piena di oggetti che ti fanno sentire a casa e
che immediatamente richiamano la storia di questa isola

il giardino circondato dal chiostro
è un luogo di magica quiete

il tutto a poca distanza da un lunghissimo susseguirsi
di spiagge bianche e mare turchese:
muravera, costa rei, castiadas, villasimius...

ecco la sardegna che amo
ecco un posto dove tornerò presto









se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine:



martedì 15 luglio 2014

MANGIARE IN COSTA REI: SU TALLERI A VILLAPUTZU

ecco finalmente quello che prova
il commissario montalbano,

nella fantasia di camilleri e nella mia immaginazione,
quando va a mangiare "da enzo"

a monte di porto corallo c'è il ristorante
su talleri che non è un ristorante
ma un vero e proprio luogo del pesce in sardegna,
fresco, freschissimo, non serve altro...

chiedete e buon appetito


costa rei verso monte

costa rei verso mare




se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine:



venerdì 11 luglio 2014

SARDEGNA: CALA GOLORITZE' IN OGLIASTRA

Ecco dove sono stata oggi: Cala Goloritzè.

Partenza da Baunei, in auto al Supramonte, un'oretta di trekking in discesa (un'ora e mezza circa al ritorno in salita) ed ecco che si arriva ad una spiaggia di sassolini bianchi e mare turchese unica nel suo genere.
La spiaggia è un paradiso, incontaminata e selvaggia.

Viene considerata da molti una delle più belle spiagge della Sardegna, io ormai non riesco più a fare classifiche ma vi assicuro che è un luogo imperdibile.


la spiaggia

l'arrivo

il trekking



se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine: