se non vuoi perderti nemmeno un post...

sabato 29 novembre 2014

29-30 NOVEMBRE 2014 MERCATO DEI VIGNAIOLI INDIPENDENTI

ecco il mercato dei vignaioli indipendenti
a piacenza il 29 e 30 novembre

mappa

i vignaioli si riuniscono dopo la vendemmia,
per condividere, proporre e raccontare i loro vini,
sono più di 250 provenienti da tutte le regioni d'italia
e più di mille etichette da degustare

in ogni bottiglia di vino,
un angolo di terra italiana

l'occasione è davvero importante,
degustare e acquistare
e soprattutto conoscere i vignaioli,
conoscere la loro fatica e la loro arte

avete tempo ancora domani...
una domenica nel vino indipendente

domenica 16 novembre 2014

LE MIE POLPETTINE DI PESCE

La palamita è un fantastico pesce azzurro con un ottimo rapporto qualità-valore, io lo utilizzo spesso con grande soddisfazione.


Oggi ho preparato queste sfiziose polpettine (potete usare anche il salmone, il merluzzo, oppure provate con il pesce che preferite).

Ecco cosa occorre per cucinare circa 35 polpette:
  • 400 g di filetti di palamita
  • 150 g mollica di pane
  • 2 patate bollite di media grandezza
  • 1 uovo
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • un pezzetto di zenzero fresco grattugiato (o scorza di limone se preferite)
  • sale
  • pepe
  • olio extra vergine d'oliva
  • foglie di alloro
  • 2-3 spicchi d'aglio
  • farina per infarinarle
e del buon sugo di pomodoro, se decidete di gustarle affogate...

Fate a pezzetti la mollica di pane e sbriciolatela con l'aiuto del mixer, riducete la palamita a pezzettini, versatela nel mixer e tritatela grossolanamente.
Pelate e schiacciate le patate con una forchetta e tritate finemente le foglie di prezzemolo.

In una ciotola mescolate il pesce, la mollica, le patate, l'uovo.
Unite il prezzemolo, il sale, il pepe, lo zenzero grattugiato.
Se l'impasto è troppo asciutto aggiungete un poco di latte, se è troppo umido un altro poco di mollica sbriciolata.

Formate delle piccole palline e passatele nella farina.

Ricoprite una teglia con la carta forno e adagiate le polpette, versate sopra un filo l'olio extra vergine d'oliva, aggiungete delle foglie d'alloro e gli spicchi d'aglio schiacciato per profumarle durante la cottura.


sabato 8 novembre 2014

SICILIA: ERICE, IL PAESE ARROCCATO

Erice è un borgo medioevale intatto che svetta sulla punta della Sicilia occidentale.
La vista da lì, di una straordinaria ampiezza, è mozzafiato.

Se la giornata è limpida vi sembrerà di esser sospesi di fronte ad un paesaggio tanto vario quanto immenso.
Si vede la città di Trapani, le sue saline che riflettono nel cielo, le zone agrarie dell'entroterra,
la tonnara di Bonagia fino al promontorio di San Vito lo Capo, e di fronte, come dei massi sparsi in mare, le isole Egadi.
Questo paesaggio unico fa da cornice alla bellezza della cittadina, un vero gioiello ...
E' raggiungibile anche da Trapani attraverso una funivia che amplifica la sensazione di salire verso il cielo.

martedì 4 novembre 2014

IMPERDIBILE TOUR: STREAT PALERMO

palermo è la quinta città al mondo certificata per il suo street food

i quartieri del centro storico e i suoi mercati
sono un'esplosione di colori e profumi,
dei quali il cibo è il denominatore comune

se avete in programma di visitare questa città per la prima volta
o semplicemente volete vivere un' esperienza street food con i fiocchi

affidatevi all'esperienza di streat palermo
con marco avrete l'occasione di mangiare come un vero palermitano
e contemporaneamente scoprire vie e viuzze, chiese e chiesette,
storie, curiosità e angoli nascosti di questa città dai mille strati

a palermo il cibo buono è bello,
per me il buon cibo è una festa
e nel tour ho festeggiato davvero...

ho assaggiato tutto e ora ho il mio passaporto del mangione


sabato 1 novembre 2014

ARTE A PALERMO: GLI STUCCHI DI GIACOMO SERPOTTA

l'oratorio di san lorenzo si trova nel cuore della kalsa
mappa
ed è un luogo magico, come tanti a palermo,

l'oratorio è lo scrigno di giacomo serpotta,
un luogo popolato da centinaia di figure candide
che oggi rivivono grazie all'amore di chi conserva questi luoghi

io ci sono andata grazie al consiglio di una amica,
mai consiglio fu più gradito