se non vuoi perderti nemmeno un post...

lunedì 3 agosto 2015

"IL SALE DELLA VITA" SECONDO PIETRO LEEMANN

Il 30 luglio 2015 sulla spiaggia di Finale Ligure, nella bellissima piazza antistante il palazzo Buraggi,
una meravigliosa luna piena ha illuminato i racconti dello chef stellato Pietro Leemann.


Durante la serata un libro per l'estate della libreria Cento Fiori lo chef, unico ambasciatore vegetariano ad Expo2015, ci ha presentato il suo libro autobiografico, Il sale della vita, un cuoco vegetariano alla ricerca della verità.


Pietro Leemann ha coinvolto il pubblico nell'affascinante viaggio tra le esperienze personali che lo hanno portato alla evoluzione da onnivoro a vegetariano, un percorso lungo e articolato, pieno di domande e dubbi.

Quando, nel 1989 nacque il Joia, il primo ristorante vegetariano in Europa ad aggiudicarsi la stella Michelin, Leemann era ancora onnivoro, il suo percorso era solo iniziato e ora sembra naturale affermare: "siamo ciò che mangiamo e diventiamo ciò che scegliamo di mangiare..."

L'alimentazione vegetariana rende liberi e consente di rispettare i doni della natura e le relazioni con gli altri esseri viventi è così che la cucina del Joia riesce a far rinascere la natura nel piatto, attraverso un attento rispetto dell'alimento che diventa fonte di energia positiva.

La sua verità Pietro Leemann l'ha trovata, io non ancora, e mi sto interrogando...


Una cosa è certa: quando, chiacchierando, Leemann mi ha detto: "con tutta probabilità i tuoi piatti sono buoni perché sono cucinati con amore" ho ricevuto il pensiero più gratificante dedicato alla mia cucina.

Ora mi alleno e presto lo inviterò a cena per conferma...




se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine: