se non vuoi perderti nemmeno un post...

venerdì 12 gennaio 2018

PANDOLCE GENOVESE IN POCHI GESTI, TUTTO L'ANNO

I miei amici lo sanno: del Natale mi piacciono gli auguri scritti a mano, le lucine e il panettone.
Adoro scartare regali personalizzati preparati con amore dalle persone che ho accanto e sono sempre più convinta che questo sia il vero privilegio.

Il regalo della mia amica Ilaria mi ha aspettato a casa, al mare, sino al mio ritorno dai monti.
Del resto il Pandolce Genovese deve sentire l'aria di Genova, quella contenuta nel barattolo che ho trovato sotto l'albero.

Natale è passato e ora al lavoro!

Ingredienti per un pandolce:
  • 300 g di farina
  • 150 g di burro 
  • 100 g di zucchero 
  • 150 g di uvetta 
  • 100 g di scorze di arancia e cedro candite 
  • 50 g di pinoli 
  • 50 g di ciliegie candite, nocciole, noci, fichi secchi in pezzi a piacere 
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • 1 uovo
  • latte q.b. (1/4 bicchiere) 
  • 1 pizzico di sale 
Amalgamate la farina con il burro ammorbidito, lo zucchero e l'uovo.
Aggiungete l’uvetta precedentemente ammorbidita in acqua tiepida e i canditi infarinati (così non affonderanno nell'inpasto), i pinoli, la frutta secca e per ultimo il lievito. 

Aggiungete il latte e formate un impasto consistente.
Create una pagnottella, mettetela in una teglia di diametro 18-20 cm e infornate a 200 °C per 40/45 minuti circa, finché la superficie è dorata.
Come sempre fate la prova con lo stecchino.

 

Bastano pochi gesti... ed ecco qui il modo perfetto per soddisfare il desiderio del profumo e del calore del Natale, in qualsiasi momento dell'anno questo arrivi. La dolce scusa per dedicare un po' di tempo e spazio a se stessi. Tutto nell'arbanella e poi via... tutti all'opera.



se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine: