se non vuoi perderti nemmeno un post...

mercoledì 10 febbraio 2016

IL VINNATUR 2016 HA FATTO TAPPA A GENOVA

Il vento degli eventi in questo inizio 2016 mi ha fatta tuffare nel mondo del vino.
Appena una settimana dopo il fantastico Wine&Siena del quale vi racconto qui, eccomi a Genova nello splendido Palazzo della Borsa Valori a trascorrere del buon tempo insieme ai viticoltori naturali d'Italia e d'Europa riuniti per la tappa genovese che inaugura ufficialmente la stagione degli eventi aperti al pubblico del VinNatur2016.



Vinnatur è l'associazione dei viticoltori naturali. Cosa li accomuna?
Sono produttori che hanno scelto di coltivare le loro viti e di vinificare il loro vino secondo il protocollo VinNatur che abolisce l'uso dei pesticidi, diserbanti e concimi di derivazione chimica. L'obiettivo è quello di produrre vino attraverso un'agricoltura sana, rispettosa della natura e dell'uomo.


La superba Sala delle Grida, in meraviglioso stile liberty, dove un tempo avvenivano le contrattazioni, si è trasformata per il secondo anno nel luogo della condivisione: 70 banchi d'assaggio e 300 vini accompagnati da prelibate tipicità gastronomiche della Liguria hanno raccontato ad appassionati, curiosi ed esperti le loro importanti realtà.

Il vino e il suo mondo, un argomento tanto affascinante quanto complesso, un mondo nel quale non si finisce mai di imparare e conoscere. Durante l'evento avuto il piacere di incontrare persone intrise di passione, coraggio e grande rispetto per la storia e la cultura del loro territorio.

In Piemonte, sulle dolce colline di Tagliolo Monferrato, l'Azienda Vitivinicola Borgatta è riuscita a far innamorare dei propri vini, un Dolcetto d'Ovada DOC e Barbera del Monferrato DOC, perfino i giapponesi, ormai fedeli frequentatori della sua cantina.
Mi ha raccontato tutto il signor Emilio che da tutta la vita coltiva insieme a sua moglie Maria Luisa i loro tre ettari di vite.

Ed eccomi in Veneto, sulle colline del monte Cimo, a San Giovanni Ilarone, in provincia di Verona dove, l'Azienda Agricola di Daniele Piccinin da dieci anni coltiva i suoi 5 ettari vitali. Qui il giovane produttore Daniele con la moglie Camilla ha l'ambizioso obiettivo di recuperare la Durella, un vitigno esistente in zona da 1000 anni e che ora sta andando perso.
Li ho conosciuti subito dopo aver salutato il signor Emilio. Certamente il loro Bianco di Muni, vino che amato dal primo assaggio, approderà anche in Giappone...

              

  

In Sicilia ho trovato la passione del vignaiolo naturale negli occhi di Bruno Ferrara Sardo.
La sua Azienda Agricola si trova a Randazzo in una posizione privilegiata, ad un'altitudine di 700 metri a nord dell'Etna. Il terreno vulcanico con substrato lavico conferisce grande carattere al suo 'enzemmula, Neretto Mascalese. Lo ha battezzato come un figlio, il suo meraviglioso figlio unico  DOC con il nome "insieme".

In Campania ho trovato il vino che sfida il vento: Il Don Chisciotte è un Fiano in purezza, prodotto a Calitri, in Alta Irpinia, dall'Azienda Agricola di Pierluigi Zampaglione. E' tra le prime realtà nel meridione a scegliere di coltivare secondo i principi dell'agricoltura biologica. Il territorio è povero, ventoso, con forti escursioni termiche, il risultato è un vino di carattere che esprime tutta la forza della sua terra.

Vinnatur non è solo vino, concentro in una parola le tipicità gastronomiche liguri dell'evento: il pesto.
Roberto Panizza patron dello storico ristorante Il genovese ha distribuito 100 kg di appetitose trofie condite con 20 kg del suo squisito pesto. Lo street food che piace a me.

Roberto Panizza il Re del pesto

Il prossimo appuntamento VinNatur sarà a Villa Favorita 2016, il 9-10-11 aprile a Monticello di Fara in provincia di Vicenza. Segnatelo in agenda, non perdete l'occasione di fare un tuffo in questo affascinante mondo tutto naturale. Io ci sarò!


Ps. L'acqua della Fontana di Piazza de Ferrari l'8 febbraio si è colorata di viola per celebrare l'importante Giornata Internazionale dell'Epilessia. Il colore mi ha fatto pensare per un attimo al vino rosso, mi auguro sarà di buon auspicio per il nostro futuro. Salute!

Grazie a VinNatur e alla preziosa Laura Sbalchiero per avermi invitata a questo evento.



se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine: