se non vuoi perderti nemmeno un post...

lunedì 28 settembre 2020

PESCHE RIPIENE AL FORNO, UN ABBRACCIO DI DOLCEZZA IN PIEMONTE

Amo questo dolce perché appartiene da sempre alla mia vita. 
È come il fondersi in un abbraccio di sapore ed emozioni.
A casa mia non mancava mai: in estate si preparava con le pesche succose raccolte dall'albero in giardino, in inverno con quelle messe via nelle albarelle di vetro che ci ricordavano che l'estate sarebbe tornata.

Sono molto gelosa di questa ricetta, è un dolce ricordo, è semplice, squisita e profumata.
Trattatela con cura. Preparate il dolce con gioia per le persone che amate, le pesche saranno ancora più buone.
Ingredienti per 8 persone:
  • n. 8 pesche sode e succose
  • 200 g di amaretti secchi
  • 50 g di cacao amaro in polvere
  • 80 g zucchero di canna
  • 200 ml acqua fredda
  • burro q.b. (per imburrare la teglia e per qualche fiocchetto sopra le pesche)
Lavate le pesche, asciugatele, tagliatele a metà e togliete il nocciolo (se preferite pelatele, nel caso riducete di qualche minuto la cottura).
Mettete in un tegamino lo zucchero di canna con circa 200 ml di acqua fredda. Accendete il fuoco, fate sciogliere lo zucchero mescolando a fuoco basso e fate bollire 2-3 minuti. Togliete da fuoco e lasciate intiepidire, si formerà uno sciroppo leggero.

Accendete il forno a 180°C.
Sistemate le pesche in una teglia da forno in ceramica leggermente imburrata.
Immergete, per un attimo, 16 amaretti nello sciroppo in modo che si ammorbidiscano e sistemateli al centro di ogni metà pesca.

Sbriciolate nello sciroppo gli amaretti rimanenti, aggiungete il cacao, mescolate con cura e versate il composto ottenuto sulle mezze pesche.

Guarnite con qualche fiocchetto di burro e cuocete in forno per circa 30/40 minuti.

Servite le pesche ripiene tiepide con una pallina di gelato alla crema o semplicemente fredde, sarà comunque impossibile non fare il bis!

Sullo stesso argomento:




se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine:




Nessun commento:

Posta un commento