se non vuoi perderti nemmeno un post...

domenica 7 luglio 2019

"DINNER IN THE SKY" DAI CIELI DI BRUXELLES NEI CIELI DEL MONDO

-"Ma che ci faccio qui?"-
Questo è il primo pensiero che ho avuto mentre salivo nel cielo di Bruxelles insieme al mio tavolo apparecchiato, con un calice di vino in mano, brindando con altri 21 fortunati commensali.

Solo un attimo e il pensiero è volato via, pronta, felice e curiosa di pranzare su una piattaforma panoramica, appesa ad una gru, ad un’altezza di 50 metri dal suolo, sospesa nel cielo.
Il tavolo, in realtà i tre tavoli, ha volato sopra il canale che un tempo portava le merci dal porto di Anversa alla città di Bruxelles. Surreale vero? Si, ma in realtà reale, molto reale.

Ideata da David Ghysels, “Dinner in the Sky” rappresenta l’occasione ideale per trasformare qualcosa di ordinario in un momento magico ed indimenticabile.
Ho vissuto un'esperienza incredibile, vi lascio immaginare la situazione: incontrare le stelle della ristorazione nel luogo preposto  per antonomasia... in mezzo al cielo!

Ora vi racconto il mio pranzo tra le stelle con lo Chef Giovanni Bruno, titolare del ristorante “Senzanome”, uno dei locali italiani più popolari di tutta Bruxelles.


L’esperienza comincia ancora con i piedi “per terra”: all’arrivo gli ospiti vengono accompagnati in una zona “hospitality” per un briefing e un aperitivo di benvenuto con una coppa di Champagne.

Due alla volta si accede alla piattaforma e si prende posto su speciali sedili girevoli, simili a quelli dei piloti di Formula 1, che permettono di inclinarsi e di ruotare su se stessi, spaziando dalla tavola … al vuoto!

Allacciate le cinture di sicurezza e ultimati i preparativi, arriva il tanto atteso momento di spiccare il volo dando inizio alla degustazione.
Tutti i menù prevedono diverse portate, servite dallo Chef in persona, abbinate con precisione ed eleganza dal vino veneto Amicone di Schenk Italian Wineries.

 
 

Lo Chef stellato Giovanni Bruno si trova davvero a suo agio in questo insolito ristorante tra le stelle e propone un menu che sprizza genuina italianità.
La gestione della ristorazione nel cielo è impeccabile. Il posto tavola è apparecchiato a gran festa, oro e blu, stelle e cielo. Le portate si susseguono tra chiacchiere, brindisi e stupore che gli occhi di tutti manifestano non appena si incontrano tra loro. Tutti occhi da: "wow... ma che ci faccio qui?"

Prosciutto e melone  come non te lo aspetti
Schiuma di mortadella  e pistacchio dall'Emilia alla Sicilia
Pappa al pomodoro e anguria, nuvola di Grana perfetto per un ristorante nel cielo

Arancino estivo, ricotta, parmigiano, zucchine, piselli, pomodoro crudo marinato, aglio e basilico non manca nulla per sentirsi a casa

Pesce, crostacei, alghe, acqua pazza al miso, patata morbida e taccole
un piatto di strepitosa eleganza

 
Cannolo di ricotta e panna profumata alla vaniglia, cialda di mandorle, pistacchio di Bronte e cioccolato riempito al momento a 50 metri d'altezza e a 2.250 chilometri dalla Sicilia 

Champagne: Laurent-Perrier La Cuvée

 
Vini Schenk Italia
Amicone Bianco 2018 Bianco Veneto: aromi spiccati di frutti tropicali
Amicone Rosé 2018 Corvina: note delicate di agrumi e fiori bianchi
Amicone Rosso 2015 Rosso Veneto: aromi intensi di fragole e sentori di cioccolato

Il convivio volante riesce a far assaporare ogni piatto con un gusto di leggerezza tutto nuovo, come Icaro, senza le ali, in un volo delicato. La brezza e la vista verso l'infinito fanno salire i brividi come l'acquolina, portata dopo portata.
Grazie di cuore a Schenk  per avermi invitata a vivere il dinner in the sky belgium con un meraviglioso gruppo di amici.




E dunque: allacciate le cinture, via, si sale... unica controindicazione astenersi vertigini!
Cercate il "dinner in the sky" più vicino e godetevi l'alta cucina nel cielo.




se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine:




2 commenti: