se non vuoi perderti nemmeno un post...

domenica 5 febbraio 2012

BOUNET, BUNET O BONET... ecco la mia ricetta

Il bounet (o bonet, o bunet scrivetelo come preferite ma pronunciatelo 'bunet') è uno squisito dolce al cucchiaio tipico della tradizione piemontese.

Nell'immaginario comune può sembrare una ricetta complessa, in realtà la tecnica di preparazione è molto veloce, simile a quella del crème caramel e del budino classico.
Ha origine molto antiche e ogni famiglia in Piemonte custodisce con amore la sua ricetta tramandata una generazione dopo l'altra.
Di seguito vi lascio quella di casa mia, è un dolce che amo molto, per me ha il sapore dei giorni di festa. 
Lo preparo spesso, è semplice ed è perfetto quando ho tanti ospiti intorno alla tavola.

Difficoltà: facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 60 minuti circa
  • 150 g zucchero di canna 
  • 4 uova
  • 70 g di amaretti secchi
  • 500 ml litro di latte
  • 3 cucchiai di cacao amaro in polvere
  • 1 bicchierino di rum
Accendete il forno a 180°C.

In una ciotola montate le uova con quattro cucchiai di zucchero.
Aggiungete lentamente il latte tiepido, gli amaretti sbriciolati finemente, il cacao e il rum.
Mescolate e amalgamate delicatamente il composto.

In un tegamino mettete il restante zucchero, aggiungete poca acqua e fate caramellare sul fuoco.
Quando inizia a colorirsi versatelo in uno stampo rettangolare che precedentemente avevate messo
al caldo in forno. Il caramello aderirà meglio sia sulla base e che sulle pareti.

Versate la crema nello stampo e cuocete a bagnomaria in forno caldo a 180° per circa 1 ora.
Lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente e poi qualche ora in frigorifero prima di sformarlo.
Decorate con briciole di amaretto e servite.

Con lo stesso procedimento potete usare contenitori monoporzione.
In questo caso il tempo di cottura sarà intorno ai 20 minuti, fate comunque sempre la prova con lo stecchino.




se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie 

pagine:




Nessun commento:

Posta un commento