se non vuoi perderti nemmeno un post...

domenica 11 ottobre 2015

#DAFAREALODI: LE FORME DEL GUSTO 2015 ALLA SCOPERTA DELLE ECCELLENZE ENOGASTRONOMICHE DEL LODIGIANO

Sono stata a Lodi alla scoperta delle meraviglie del lodigiano.


Il 26 e 27 settembre si è svolta la quinta edizione de Le forme del gusto:
una mostra mercato con laboratori del gusto, incontri ed eventi per valorizzare i prodotti e le tradizioni del territorio lodigiano e della Lombardia, un grande festival delle eccellenze agroalimentari.

#dafarealodi rappresenta in pieno le opportunità che i visitatori hanno: una combinazione unica di natura, tradizione agricola, cucina, storia, arte e scienza.

Ecco qualche spunto imperdibile:
la città di Lodi è una antica cittadina medioevale, affonda le sue radici dal IV secolo d.c. nell'attuale comune di Lodi Vecchio che si trova a otto chilometri dal capoluogo.




















Il cuore della città di Lodi è il vivace centro storico, il cui fulcro è la Piazza della Vittoria sulla quale si affacciano il duomo e il palazzo comunale circondati da portici, chiese, eleganti palazzi liberty e cortili interni ricchi di fascino.
L'uso di biciclette é davvero consueto e, a tal proposito, gli amanti della bicicletta possono visitare il lodigiano attraverso un servizio di bike sharing: "we love bike".

Con una breve passeggiata a piedi o in bici si raggiunge il fiume Adda e, da maggio ad ottobre, è possibile navigare sulle acque limpide del fiume alla scoperta della natura rigogliosa: il rumore del fiume e il rumore del silenzio a due passi dalla città.


Il parco tecnologico padano è un importante centro di ricerca che opera nei settori dell'agroalimentare, della bioeconomia e delle scienze.


Nei mesi di Expo2015 il Parco Tecnologico Padano porta avanti un'importante sfida per “nutrire il pianeta", un progetto di ricerca per contrastare lo spreco di acqua: studi di fattibilità riguardo l'irrigazione a goccia e sistemi di pompaggio dell'acqua con tecnologie fotovoltaiche a impatto zero che riducono notevolmente gli sprechi e garantiscono una resa più elevata di questa fonte di vita preziosissima.

un esempio: il riso dalla sommissione all'irrigazione a goccia

Durante la rassegna Davide Oldani, chef stellato del suo Risorante D'O di cornaredo e ambassador di Expo2015, ha presentato il suo ultimo libro "pop food".


La sua idea di "cucina non regionale italiana" e il suo concetto legato alla necessità di tutelare il prodotto italiano, è stato il centro di un interessante incontro guidato dalla brava giornalista Nadia Afragola.

"il passato è la tavola
della domenica,
il futuro una drogheria
computerizzata,
il presente è...
questo qui"

Detto fatto: abbiamo continuato la conversazione durante il pranzo domenicale, iniziato con un fantastico piatto di raspatura lodigiana.

video


San Colombano al Lambro è un grazioso borgo nato dove la pianura si trasforma in suggestive colline: nel cuore del paese, lungo la via che porta al castello del Barbarossa, si trova la cantina dell'Azienda Agricola Antonio Panigada, viticoltori indipendenti.


Qui vengono vinificate esclusivamente le uve provenienti dai vitigni della famiglia, siti nei colli circostanti, vi consiglio una sosta per degustare le varietà dei Vini Banino, bianchi e rossi di alta qualità, da non perdere un aperitivo nei locali per la pigiatura delle uve e le antiche cantine dove si affinano i vini,


Un bell'esempio di agricoltura biologica è l'Azienda Agricola f.lli Brambilla:
qui, da generazioni, si producono i fantastici formaggi de la Fontana di Comazzo prodotto a #passozero, come piace a me, il latte infatti proviene esclusivamente dalle loro mucche che si nutrono dei foraggi prodotti nei terreni di proprietà, filiera corta anzi cortissima.

dalle mucche
al formaggio




Questa azienda alleva vacche razza Jersey  che hanno l'importante caratteristica di produrre latte A2A2: un latte molto simile al latte di capra, quindi più digeribile per i soggetti intolleranti al lattosio.
I fratelli brambilla si stanno adoperando per portare avanti anche in italia questo progetto di ricerca già attivo in California, Nuova Zelanda, Australia e Regno Unito.

ecco una vitellina di razza jersey di pochi giorni
Come accade ormai da 27 anni, dal 3 ottobre fino al 13 dicembre, riparte la Rassegna Gastronomica del Lodigiano: una buona occasione per gustare in giro per la provincia le ricette legate alla tradizione e al territorio della cucina lodigiana.

Qualche esempio?
Selezioni di salumi, formaggi tipici quali la raspadura e il pannerone, risotto con la salsiccia lodigiana, piatti con la zucca, con i funghi e la polenta, deliziosi arrosti e carni al forno.
Dolci tipici come la torta sabbiosa, la vignatia, dolci al cucchiaio con le castagne e mascarpone
accompagnati da una carta dei vini che propone una selezione di cantine delle colline lombarde e la doc locale delle colline di san colombiano.

Casa Lodi, nel centro di Milano, è l'importante punto di riferimento per poter acquistare e degustare i migliori formaggi, vini, risi, salumi, dolci e altri tesori enogastronomici delle terre lodigiane.

Complimenti a Carlo Vischi, a Mauro Parazzi, al Confartigianato di Lodi, alla Provincia di Lodi e alla Regione Lombardia per l'organizzazione di questo squisito evento.



se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine: