venerdì 30 settembre 2022

SPIEDINI DI FICHI CARAMELLATI E PROSCIUTTO CRUDO

I fichi sono tra gli ultimi regali della natura che la stagione estiva ci offre mentre le giornate calde stanno lentamente abbracciando l'aria frizzantina dell'autunno.

Dolci, succosi e bellissimi alla vista sono una gioia per il palato, sia gustati con le dita appiccicose direttamente dall’albero che in svariate preparazioni in cucina, sia dolci che salate.

Gli Spiedini di Fichi Caramellati e Prosciutto Crudo sono una ricetta semplicissima e molto deliziosa. L'accostamento tra la dolcezza dei fichi e l'elegante sapidità del prosciutto è perfetto.

Forse è davvero questo il segreto in cucina: portare in tavola una pietanza appetitosa facile da realizzare con pochi ingredienti di qualità.

Questi spiedini sono un perfetto aperitivo e un goloso antipasto. Vi consiglio di prepararne in abbondanza perché sulla vostra tavola spariranno in un baleno. Uno tira l’altro più o meno come accade per le ciliegie!

Difficoltà: facile
Preparazione: 5 minuti circa
Cottura: 10 minuti circa 

mercoledì 31 agosto 2022

TORTA DI PESCHE SENZA BURRO, PROFUMATA AL LIMONE E AL ROSMARINO

La pesca è un frutto che per eccellenza ha il sapore dell'estate. 
Il suo gusto dolce e delicato, la polpa carnosa ed il profumo sono inconfondibili.

Ho scritto tante volte del mio albero di pesche nell'orto in campagna. Quando ero bambina le pesche erano il frutto che coincideva con il tempo dilatato, la libertà e la spensieratezza.
Proprio su quell'albero mi arrampicavo per raccogliere le pesche che diventavano "le pesche ripiene al forno" (la ricetta è qui) che in assoluto è il mio dolce dei ricordi, quello che mi riporta a momenti più preziosi della mia infanzia.

La torta di pesche invece era un classico quotidiano nella credenza di casa, la versione estiva della torta di mele invernale. 

La torta di pesche senza burro profumata al limone e rosmarino è una torta tanto semplice quanto golosa ed è di veloce realizzazione. In questa versione ho usato la farina integrale e l'olio extravergine di oliva che la rendono leggera, genuina e molto sfiziosa. Se desiderate una  versione completamente senza lattosio sostituite il latte con un latte vegetale a vostra scelta.

Una torta morbida perfetta a colazione, con il tè delle cinque e, quando viene servita tiepida con una pallina di gelato alla crema, diventa un delizioso fine pasto.


Difficoltà: facile
Preparazione: 15 minuti circa
Cottura: 40 minuti circa 

domenica 31 luglio 2022

ALGHERO, SARDEGNA, MARE: ISTRUZIONI PER UNA VACANZA DI PIACERE

È piuttosto facile innamorarsi… Alghero è una città bellissima, ci sono un sacco di ragioni per scoprirla e poi ritornare, come è capitato a me.

Il borgo della città affaccia sul mare attraverso i bastioni, le viuzze sono strette come i vicoli di Genova o della Barcellona medievale, il mare è dappertutto. A Sud c'è Bosa a Nord Stintino e Capo Caccia e lungo tutta la costa  ci sono spiagge, scogliere, porti e insenature.
Al tramonto il mare e il cielo si colorano di sfumature pastello mentre i pensieri si sollevano insieme alla brezza leggera davanti alla vista più bella. 

Si mangia divinamente e il pesce è protagonista indiscusso. La contaminazione catalana mi fa sentire ancora di più in vacanza, ancora più lontana e, come spesso mi accade in Sardegna, mi sento nell'isola dell'isola.
Qui ad Alghero la presenza della cultura catalana risale al XIV secolo, in epoca aragonese, dopo che i genovesi Doria cedettero i territori al Re di Aragona e questo ne fa oggi la città catalana d'Italia.
È la piccola Barcellona della Sardegna e io la amo ogni volta di più.

Ed ora andiamo alla ricetta completa per una vacanza di piacere.

lunedì 20 giugno 2022

CRUMBLE DI CILIEGIE IN COCOTTE, È ARRIVATA L'ESTATE

Il CRUMBLE DI CILIEGIE IN COCOTTE per me è il sinonimo dell'estate. 

Sono iniziate le giornate che nascondi il mare alla finestra chiudendo gli scuri per lasciare fuori la luce bollente. E il sollievo dei piedi nudi sulla graniglia fredda.
E quella sensazione di svenevolezza che ti travolge appena togli il cappello di paglia.

E le lente serate in terrazza aspettando il tramonto con un bicchiere di vino fresco e poi il tuffo tre le onde nel silenzio all’alba, il privilegio più grande.

E l’acqua con le fettine di limone e le foglie di menta nella brocca sbeccata che resiste alle troppe estati vissute, esattamente come le camicie da notte di lino rubate nel baule della mia casa di compagna, fidate compagne nelle ore più calde.

È l’amore incondizionato per una stagione che sogno a distanza e che quando arriva, arriva, invadente ma che dura sempre troppo poco. 
E poi è subito nostalgia… Amo l'estate e tutti i suoi frutti!

La ricetta originale del CRUMBLE arriva dall'Inghilterra e dall'Irlanda. 
Ricordo ancora la prima volta che lo assaggiai proprio a Londra: affondai il cucchiaino sotto la crosta rustica e trovai la mordidezza della frutta profumata. Due strati tanto diversi ma così perfetti insieme. 
Fu subito amore!

La mia ricetta di oggi è con le ciliegie del mercato raccolte direttamente dall’albero dell'orto. 
Il frutto che per eccellenza racconta l'arrivo della mia stagione preferita insieme a tanti dolci ricordi legati alla mia infanzia.

Il Crumble di ciliegie è il dolce facile da preparare per tutti. Non occorre nessun tipo di maestria, è veloce e… si fa amare.

Preparo il crumble tutto l’anno variando la frutta di stagione, le versioni sono infinite.
Qui ho preparato delle cocotte monoporzione, il dolce perfetto per una cena in compagnia che stupirà i vostri ospiti.


Difficoltà: facile
Preparazione: 30 minuti circa
Riposo: 30 minuti circa
Cottura: 20 minuti circa 

mercoledì 8 giugno 2022

AVALON WATERWAYS: INNO AL VIAGGIO LENTO TRA LE CITTA' DEL NORD EUROPA

Sento ancora l'incedere morbido dello scafo sull'acqua calma mentre guardo scorrere il paesaggio dalla  vista panoramica della mia cabina.
Questa enorme vetrata mi mette in contatto diretto con l'acqua, proprio come succede a casa mia, ma qui l'acqua è ancora più vicina, tanto vicina che quasi la puoi toccare.

Per un'intera settimana la mia casa è stata questo bellissimo hotel 5 stelle galleggiante che mi ha portata di luogo in luogo, tra l'Olanda e il Belgio.
Durante il mio viaggio fluviale ho esplorato il Nord Europa da una nuova visuale: mi sono trovata al di là della sponda dei canali e dei fiumi, in mezzo, nell'acqua, anzi a pelo dell'acqua.

Il viaggio con Avalon Waterways ha un ritmo che non conoscevo e che mi ha conquistata sin dal primo momento. Non avevo mai fatto una crociera fluviale, per me è stata la prima favolosa esperienza che di certo rifarò per continuare a scoprire l'Europa attraverso questa nuova prospettiva che è la perfetta sintonia tra la lentezza della natura e il dinamismo delle città.

A bordo l'atmosfera è romantica e l'accoglienza soddisfa ogni esigenza.
A terra sono andata alla scoperta delle città alla mia maniera con esperienze esclusive inattese.
Mettetevi comodi, ora vi racconto una crociera come nessun'altra.

Travelling with Avalon Waterways

sabato 21 maggio 2022

DAMIEN HIRST A PARIGI: CERISIERS EN FLEUR

Il 28 Ottobre era il mio compleanno e mi sono regalata un mondo di ciliegi in fiore a Parigi.

I ciliegi si sono poi trasferiti in Giappone in concomitanza con la rigogliosa fioritura della primavera.

Ora i ciliegi sono pronti a dare i loro frutti e io sono pronta a raccontarvi questa mostra di luce e colore.

CERISIERS EN FLEUR [Damien Hirst]

sabato 30 aprile 2022

PIZZA O FOCACCIA? LA SARDENAIRA È UNA TORTA TIPICA LIGURE

Conoscete la SARDENAIRA?

Secondo la Guida Gastronomica d’Italia è la variante di una torta nizzarda, la Pissaladière, tipica del Ponente ligure.
Dunque una Torta, non una Pizza e i Sanremaschi, padri della ricetta, ci tengono parecchio!

Dall’estremo ponente la Sardenaira si è poi diffusa in tutta la Liguria e qui nel savonese è diventata un’appetitosa tradizione.


È una ricetta semplice che vi farà innamorare dal primo assaggio e, visto che non potrete più farne a meno, ecco qui la ricetta da fare e rifare quando vi verrà voglia di sapori autentici e fragrante bontà.

Difficoltà: media
Preparazione:  1 ora (2 ore e mezza di riposo)

Ingredienti (per 2 teglie diametro 32 cm):

giovedì 31 marzo 2022

CHIOCCIOLE CON MARMELLATA DI ALBICOCCHE: PASSIONE LIEVITATI E IRRESISTIBILE BONTÁ

La mia terapia per il buon umore ha il profumo del burro.
Le CHIOCCIOLE CON MARMELLATA DI ALBICOCCHE ne sono la massima espressione. 
Morbide e profumate con un gusto avvolgente ti conquistano un morso dopo l’altro.

Per me le chiocciole con marmellata di albicocche sono un dolce magico e vi assicuro che la magia inizia proprio mentre le preparo. 
Capita sempre che le chiocciole mi catapultano in un mondo felice, dove le mani in pasta, insieme al potere del burro fanno lievitare la mia gioia. Una gioia fatta di prove e assaggi che hanno portato a questo goloso risultato.


Ecco di seguito la ricetta e non resta che mettervi all’opera per gustare tanta bontà! 
Prima preparate tutti gli ingredienti, poi seguite i vari passaggi, aggiungete un po' di pazienza per l'attesa della lievitazione mentre il profumo di lievitati invade la casa, e via... il gioco è fatto!

Difficoltà: media
Preparazione: 45 minuti circa (+ 20 minuti in forno)
                       + 3 ore di riposo 

Ingredienti (per circa 12 chiocciole):

martedì 22 febbraio 2022

FAGOTTINI DI SFOGLIA CON BANANE E CREMA SPALMABILE AL CIOCCOLATO

I fagottini di sfoglia con banane e crema spalmabile al cioccolato e nocciole sono un sogno goloso che si realizza in poche mosse.
Sono perfetti a colazione, a merenda o per una semplice pausa sfiziosa.
Una cosa però è certa: con questi fagottini il piacere per il palato è garantito un morso dopo l’altro! 


Difficoltà: facile 
Preparazione: 10 minuti circa (+ 10 minuti in forno)
                       + 20 minuti se utilizzate la mia crema al cioccolato fatti in casa

Ingredienti per 4 persone:

domenica 16 gennaio 2022

LINGUINE CON ZUCCA ARROSTITA E ROBIOLA, VEGETARIANO CON GUSTO

Linguine con zucca arrostita, robiola, semi di sesamo tostati e paprika affumicata, un primo piatto vegetariano che mette d'accordo tutti.

L’idea per questa ricetta è nata durante un pranzo mentre a tavola ci si chiedeva “…cosa mangiamo per cena…?”. Domanda classica a casa mia, da sempre.
Quella volta il frigo era quasi vuoto perché eravamo tutti in partenza per un viaggio.

Ed ecco come un piatto nato per caso è diventato un’appetitosa abitudine.
È una ricetta vegetariana semplice, sana e molto sfiziosa.
Ha fatto innamorare tutti dalla prima forchettata: oggi è un vero e proprio asso nella manica della mia cucina.

Ho condito le linguine con la zucca arrostita, ho aggiunto la robiola che, grazie alla sua cremosità, ha determinato una golosa mantecatura, infine i semi di sesamo tostati e una spolverata di paprika affumicata per dare una nota croccante e speziata.

Ho scelto le linguine perché per me pasta significa arrotolare, ma sono perfetti tutti i tipi di pasta corta che trattengono bene il sugo come le pipe rigate, le conchiglie, le orecchiette.


Difficoltà: facile 
Preparazione: 20 minuti circa (+ 30 minuti circa per la cottura della zucca in forno)


Ingredienti per 4 persone: